CARACCIOLO: BRESCIA MAGICO, SENTIVO DI RESTARE

Brescia, 4 giugno 2014 – Si è svolta questa mattina, mercoledì 4 giugno 2014, nella sala stampa della Club House del Brescia Calcio, la conferenza stampa in cui il Presidente Luigi Corioni ed il Vice Presidente Luca Saleri hanno annunciato il rinnovo del contratto che legherà Andrea Caracciolo al Brescia Calcio fino al 30 giugno 2017. “Personalmente – esordisce il Presidente Luigi Corioni – non avrei nemmeno fatto una conferenza per annunciare il rinnovo del contratto di Caracciolo. Smetterà di giocare a 40 anni (sorride, n.d.a.) e lo farà qui. E, se lo vorrà, dopo la carriera da giocatore, troverà sempre posto qui a Brescia. Comunque per me non è stata una sorpresa il suo rinnovo, piuttosto è stata una sorpresa il fatto che abbia accettato a certe cifre: Andrea ha rinunciato alla Serie A e ad uno stipendio doppio rispetto a quello che percepirà qui per amore della maglia.Ripartiamo da Andrea: la squadra del prossimo anno sarà composta da 6 o 7 senatori e da tantissimi giovani. Il Brescia ha bisogno di uomini di carattere e di esperienza per permettere ai giovani i crescere. E sono ancora più soddisfatto – continua il Presidente del Brescia Calcio – perché Andrea in questi anni è maturato tantissimo, più come uomo che come calciatore: spetterà a lui il compito di guidare questi giovani, assieme ai vari Budel, Olivera, Zambelli ed Arcari. Caracciolo verrà a vivere a Brescia con la famiglia, per volontà nostra ma anche sua.Futuro? La società è aperta, così come è un cantiere aperto la squadra. E Caracciolo è la prima pietra certa su cui ripartire. Il Brescia non può stare troppi anni in Serie B. Perciò sono fermamente convinto che se riusciremo a rafforzare la società, e loro ad essere guida per i giovani, potremo toglierci delle grosse soddisfazioni. Anche i giornalisti in tutto questo hanno un compito importante, quello cioè di non essere sempre negativi: un vostro commento positivo è determinante nei confronti di chi segue assiduamente il Brescia.”Le parole del Vice Presidente del Brescia Calcio Luca Saleri“Sono molto contento per il raggiungimento dell’accordo – dice Luca Saleri – Ero sicuro che ce l’avremmo fatta. Purtroppo le lungaggini sono dovute al fatto che i contratti lunghi d onerosi vanno studiati. Andrea ha fatto un gesto eccezionale nel venirci incontro, ma non va sottovalutato il fatto che anche noi come società abbiamo fatto uno sforzo notevole per chiudere questo accordo. Sapevamo già quanto vale Caracciolo e quanto ci ha dato, ma siamo certi anche di quello che ci potrà ancora dare nel futuro.”L’intervento di Andrea Caracciolo“Sono veramente felice di essere rimasto qui – dice un raggiante Andrea Caracciolo – Speravo di rimanere a Brescia. Ringrazio il Presidente Corioni ed il Vice Presidente Saleri, oltre al Direttore Iaconi. Sono consapevole che tutti in questa operazione abbiano fatto un grande sforzo per far sì che io rimanessi a Brescia. Io invece di sforzi non ne ho fatti assolutamente, perché volevo fortemente rimanere qui. Proverò a dare una mano alla società non solo sul campo, ma anche alla squadra e nello spogliatoio. E credo che il rinnovo del mio contratto debba essere anche letto come un segnale per la città: si riparte da me, da un giocatore che a Brescia ha sempre fatto bene e che a Brescia è legatissimo.Un grosso plauso andrebbe fatto al Presidente Corioni: tante società falliscono; invece nonostante le mille difficoltà e una contestazione ormai cronica, il Presidente riesce sempre a trovare il modo per portare avanti la baracca. Personalmente sulla stagione che si è appena conclusa posso rimproverarmi di non essere stato tanto presente  nello spogliatoio, nel senso che forse mi sono fatto sentire poco. E su questo lavorerò per il futuro…Ma al di là di questo, mi piacerebbe che attorno all’ambiente Brescia ci fosse più dialogo, a cominciare dalla società, dai tifosi, ai giornalisti. Se ci facciamo i dispetti a vicenda, non ne guadagna nessuno. Remare tutti nella stessa direzione, invece, può solo portare giovamento a tutti.Il Presidente ha sempre l’entusiasmo di un ragazzino – prosegue l’Airone – perciò cercheremo di migliorare anche per lui. E poi speriamo che ci sia qualcuno disposto a dargli una mano. Per esempio, è da quando sono arrivato oltre 10 anni fa che sento di parlare di stadio nuovo… Speriamo che dopo aver prolungato, finalmente io riesca a vederlo…”Le risposte di Andrea Caracciolo alle domande dei giornalistiAndrea Caracciolo, l’avresti mai detto? “Sinceramente l’ho sempre saputo dentro di me. A Brescia è sempre stato tutto magico, dall’esordio da titolare contro il Piacenza, scandito da una mia doppietta, a tutte le volte che indosso questa maglia, che mi dà sempre i brividi.”Questa volta ha avuto, anche per un solo attimo, paura di non rinnovare? “No. Io ho scelto di stare qui. A Brescia sto bene e spero di rimanere qui ancora per molto tempo.Ancora oggi, quando calco il campo del Rigamonti, è per me come se disputassi una finale di Champions League. Io riesco a dare il meglio di me solo qui a Brescia. Per fortuna nella vita ho guadagnato tanto e perciò non è stato difficile scegliere di rimanere qui nonostante avessi proposte economicamente più allettanti. E in più adesso ho la serenità e la tranquillità che mi avrebbero portato a fare bene ovunque. Ma io ho scelto Brescia.”Che obiettivi si prefissa il Brescia 2014/15? “Credo che sia presto per dirlo ora. La società sta valutando tanti giovani interessanti in queste due settimane di lavoro. Poi si dovrà stabilire se resterà Ivo Iaconi oppure no ed infine comincerà il mercato. Perciò c’è tempo…”

News correlate