Corini:

"Voglio costruire una nostra identità forte"

Le parole di mister Corini alla vigilia di Brescia-Palermo:

Palermo. “Palermo per me ha rappresentato tantissimo sia dal punto di vista umano che professionale e tutt’ora rappresenta è stato un passaggio della mia carriera straordinariamente importante. È una piazza a cui mi legano tanti ricordi.
Forza e energia. Voglio che questa squadra torni a vincere una partita perché penso che sia fondamentale sia sotto l’aspetto della classifica, ma soprattutto per il morale. Sapevo che gli allenamenti per preparare queste partite erano pochi quindi siamo preparati e la forza e la capacità di questo lavoro è di sapere capire velocemente come contestualizzarti e capire al volo quali sono le cose su cui bisogna lavorare. La capacità nostra deve essere quella di capire cosa significa rappresentare questa maglia per raggiungere l’obiettivo che tutti noi ci siamo prefissati e per reggere la pressione ed essere protagonisti.                                                                                  
Strategia. Strategicamente ho ben chiara la mia idea su come sviluppare inizialmente la partita e ho in testa secondo il momento della gara. Si prepara la partita con tutta la rosa e la partita si gioca in quattordici concetto fondamentale del calcio moderno. Voglio fare capire ai miei ragazzi quanto siano fondamentali gli innesti nel corso della gara, il calcio moderno si basa sui q basti pensare a Morosini che entra con il Pescara e segna, che subentra a Carpi e segna ( poi annullato per fuorigioco). Devo fare una valutazione preventiva per cercare di evitare gli errori e mantenere l’equilibrio nel corso dei novantacinque minuti.                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                   
Debutto al Rigamonti. Mi aspetto un grande sostegno. Ho detto ai ragazzi che quando si veste questa maglia si deve avere dentro la forza che ci permette di superare le difficoltà nel corso della gara. La gente ci sosterrà se noi saremo in gradi essere protagonisti in campo. Dobbiamo creare la nostra identità ed essere capaci ad adattarci alle modalità di gioco dell’avversario. “

News correlate