Settore Giovanile: interviste a Santoliquido, Abbamondi e Simoncelli

La Stagione Sportiva di Under 8, Under 9 e Under 10 è ormai iniziata. Conosciamo meglio strategie, obiettivi e modus operandi dei tecnici delle rispettive selezioni, Giuseppe Santoliquido, Bruno Abbamondi e Simone Simoncelli.

SANTOLIQUIDO - "Si tratta del mio secondo anno a Brescia, lo scorso ho fatto il secondo di Gardoni. In generale, il Covid 19 ha comunque condizionato il nostro lavoro, ma l'esperienza accumulata finora è davvero stimolante. Ho a che fare con bimbi davvero piccoli, ma posso dire di aver visto e percepito tanta voglia di imparare e ascoltare. Non hanno paura di commettere errori ed è lo spirito giusto perché è così che si può imparare una filosofia di gioco vincente e propositiva. Un aneddoto? Da poco abbiamo giocato contro il Milan ed il gol delle Rondinelle è stato siglato da un piccolo che è stra tifoso rossonero, chiaramente parliamo di bimbi. Ha provato una grande emozione ed anche per noi è stato un momento particolare".

ABBAMONDI - "Conosco molto bene il gruppo perché ho già lavorato con loro nello scorso anno eccezion fatta per cinque elementi provenienti dalle affiliate. Nei nostri giovani vedo molta voglia di lavorare, agli allenamenti non manca mai nessuno e le presenze lo dimostrano. Domenica scorsa, a distanza di mesi dall'ultimo test match, siamo riusciti a portare a casa un risultato importante e vedere negli occhi dei ragazzi la gioia del successo dopo settimane di duro lavoro è una soddisfazione enorme. La cultura del lavoro per noi è fondamentale".

SIMONCELLI - "Seguo i 2012 e per me è il terzo anno al Brescia Calcio. Chiaramente il periodo legato al Covid-19 ha condizionato il nostro lavoro, ma non ci siamo mai fermati. Il gruppo è di qualità ed è per questo che vogliamo premere sull'acceleratore rispettando i tempi dei bambini. L'obiettivo è lavorare sui singoli per poi esprimere un gioco corale di qualità".