Per il nostro vivaio è un lockdown...In Movimento!

In un periodo in cui la chiusura forzata delle attività in campo regna sovrana, il nostro Settore Giovanile raddoppia gli sforzi a sostegno dei propri tesserati e famiglie.

Fino alla fine dell’anno solare, tutto il personale tecnico sarà impegnato in due appuntamenti settimanali di formazione online, analizzando le immagini delle gare fin qui svolte con il coinvolgimento di ospiti a sorpresa che innalzeranno il livello d’interesse e d’interazione tra le parti. E sarà proprio il capitano Dimitri Bisoli ad incontrare, giovedì alle ore 18, i tecnici del Settore Giovanile con  la presenza dei ragazzi dell’Under 14 e 15.

Se l’attività delle squadre nazionali tenta una ripresa graduale in campo, il mondo Academy rimane  impegnato con gli allenamenti a distanza attraverso la piattaforma Zoom.

Proseguono i numerosi webinar tematici, organizzati dagli staff tecnici, nutrizionista e psicologi in favore delle società affiliate al progetto #NoiSiamoilBrescia per mantenere vivace il rapporto con il territorio.

Pronta la riapertura dello “Sportello Psicologico” creato dagli psicologi dello sport Fabio Pansera e Davide Este, in favore delle famiglie, un momento di supporto e vicinanza a 360 gradi tanto apprezzato e sfruttato nel primo Lockdown dello scorso marzo.

Altra novità è “l’Open Day Scolastico” organizzato per aiutare i ragazzi e famiglie dell’Under 14 nella difficile scelta della scuola superiore per la prossima Stagione: saranno gli stessi ragazzi delle altre categorie a mettersi a disposizione riguardo l’esperienza maturata nei vari istituti bresciani e l’organizzazione quotidiana del binomio scuola-calcio.

Christian Botturi, Responsabile del Settore Giovanile: “Il nostro Presidente ci ha esortato a non abbassare la guardia e a concentrarci sull’aspetto sociale che il nostro movimento non deve mai smettere di esaltare tra i nostri ragazzi e famiglie. Siamo consapevoli di essere un punto di riferimento importante per i nostri tesserati e, in quanto tali, continuare ad esserlo in un momento emotivamente molto delicato per la loro crescita. La tecnologia aiuta a non spezzare il cordone ombelicale con loro, ma incrociare i loro sguardi, vederli allenare ed interagire al campo, è tutt’altra cosa”.

Paolo Migliorati, Responsabile Academy: “Lockdown e Covid-19 stanno indubbiamente levando vitalità e tempo prezioso ai bambini. Sono periodi difficili: lo sport e il calcio in questo momento sono importanti tanto quanto la scuola. Riguardo l’attività sportiva noi stiamo sostenendo i nostri piccoli con delle videochiamate, due settimanali una il lunedì e l’altra al venerdì, in cui diamo delle schede e dei video con delle esercitazioni tecniche e coordinative. Per il Club è importante tenerli su di morale anche con dei semplici, e divertenti, quiz sul calcio o filmati dei loro campioni preferiti”.

News correlate