Riparte il progetto BSFC School negli istituti di Brescia e provincia

Intervista a Stefano Laini, responsabile dell'iniziativa

Ripartirà giovedì 19 settembre BSFC School. Un progetto nato nella passata stagione che ha coinvolto diversi istituti di Brescia e provincia. Stefano Laini, collaboratore tecnico dell'Under 15 e responsabile del progetto, ci racconta qualcosa in più, facendo il punto su quanto sviluppato nella scorsa annata scolastica e proiettandosi su quella attuale da poco partita.
 
BSFC School è pronto a ricominciare. Ci spieghi come nasce questo progetto?
 
E' un progetto che segue il principio generale del nuovo corso societario di prima squadra e settore giovanile, compreso il mondo Academy, di riavvicinamento con il territorio. L'istituzione scolastica rappresenta qualcosa di importante per il tessuto sociale bresciano e il Brescia ha voluto fortemente che si aprisse una collaborazione di questo tipo. I feedback della passata stagione sono stati positivi e così abbiamo ulteriormente sviluppato e ampliato questa iniziativa coinvolgendo ancora di più sia la città sia la provincia.
 
E proprio dalla provincia ripartirà BSFC School.
 
Sì, il primo ciclo di incontri partirà giovedì presso l'Istituto Antoniano dei Padri Rogazionisti di Desenzano, che già l'anno scorso era stato tra i primi istituti ad aderire e proprio in questo istituto si era svolta la prima lezione assoluta del progetto. Proseguiremo poi con la Scuola Tovini Kolbe a Montichiari.
 
Come si sviluppa a livello pratico il progetto?
 
Nelle ore di educazione fisica vengono svolte esercitazioni coordinative, tecniche e ludiche, improntate ovviamente al gioco del calcio e calibrate in base alla fascia d'età. Il progetto tocca infatti studenti di tutte le età, dai ragazzi delle scuole superiori di secondo grado (scuole superiori) ai bambini di prima elementare. Uno degli aspetti che ci ha fatto molto piacere è che tanti bambini e anche bambine dopo alcuni incontri hanno chiesto informazioni per iscriversi presso società calcistiche e iniziare l'attività calcistica vera e propria. Con gli studenti vengono affrontati temi legati anche al fair play o ai principi etici legati allo sport, molto apprezzati anche gli incontri specifici con gli psicologi del nostro settore giovanile. Ringrazio inoltre Michele Arcari che in un paio di circostanze si è prestato a raccontare il suo vissuto da calciatore e ora da allenatore, le classi ne hanno approfittato per creare una sorta di “laboratorio giornalistico” apprezzato anche dagli insegnanti.
 
Un progetto destinato quindi a legare ulteriormente il Brescia al territorio.
 
Vero, nella passata stagione ad esempio c'era in programma una tappa del progetto all'Istituto “Moretto” di Brescia il 2 maggio, il giorno successivo a Brescia-Ascoli e quindi alla promozione. Fu una giornata di grande festa in cui anche ragazzi che avevano seguito poco il Brescia si sentirono partecipi. Abbiamo percepito grande voglia di Brescia e siamo contenti che tutti gli istituti coinvolti la stagione scorsa abbiano confermato la volontà di far parte nuovamente di questo progetto.

E' possibile anche per nuovi istituti aderire, per tutte le informazioni a riguardo basta mandare una mail a [email protected] .

BSFC School è pronto a ripartire.

News correlate