Intervista a Michele Arcari

Preparatore Portieri della Primavera

Ci può riassumere l’andamento della stagione fino ad ora dei portieri dell’attività agonistica?
 
Sono abbastanza soddisfatto dell'andamento dei portieri, senza entrare nello specifico delle prestazioni individuali devo dire che tutti mi stanno dando grande disponibilità e impegno negli allenamenti.
 
Quali caratteristiche devono avere i giovani portieri del Brescia Calcio?
 
Nei portieri dell'attività agonistica ricerchiamo un buon livello tecnico di base, personalità e struttura fisica. Inoltre vorrei che interpretassero il ruolo in chiave moderna, ovvero essere partecipi e collaborare alla fase offensiva della squadra nella costruzione del gioco
 
Che differenza hai trovato tra il calcio giocato e quello da allenatore?
 
Tra giocare ed allenare c'è una differenza enorme...fare il calciatore vuol dire esprimere il tuo potenziale al meglio e sei direttamente responsabile delle tue prestazioni...allenare significa tirar fuori dai tuoi atleti il talento e farli esprimere al meglio delle loro possibilità.
 
Ci indica tre regole per diventare un portiere professionista?
 
Regole purtroppo non ce ne sono, nel mio caso posso dire che ho avuto un pizzico di talento, una grande passione e determinazione e cosa che non deve mancare un po' di fortuna
 
Qual è il tuo ricordo più bello in questi anni al Brescia Calcio?
 
Di ricordi belli ne ho tanti, dai più semplici e intimi quali il rapporto con i compagni e il vissuto degli spogliatoi, a quelli più evidenti come la vittoria nei playoff con il Torino e la conquista della seria A, l'esordio l'anno dopo nella massima serie con il Napoli , la conquista del record di imbattibilità della storia del Brescia con 907 minuti ed il lungo applauso che i tifosi mi hanno dedicato quando ho subito il gol che fermò quella serie di partite in cui rimasi imbattuto.

News correlate