Primavera: Parma-Brescia 2-1

Le dichiarazioni di mister Pavesi al termine della sfida contro il Parma

CAMPIONATO PRIMAVERA 2 2018 – 2019 – 1^ Giornata

PARMA-BRESCIA 2-1

Marcatori: 44′ Pelle (P), 63′ Lucca (B), 67′ Camara (P)             
                                               
Parma: Corvi, Rocchi (73′ Montipò), Bisagni (73′ Canalicchio), D’Aloia, Di Maggio (66′ Bane), Botturi, Kasa, Tardivo, Pelle (81′ Kone), Camara, Colley (81′ Martino). 
A disposizione: Alborghetti, Panati, Montipò, Martino, Rallo, Buffa, Canalicchio, Kone, Davitti, Bane, Buzzi. 
Allenatore: Catalano     
                                                                                                            
Brescia: Botti, Milesi, Guerini, Carta (46′ Andreoli), Magri, Carminati, Lussignolio (81′ Pesenti), Ghezzi (81′ Marazazi), Lucca, Pellegrini, Torregrossa (58′ Ruocco). A disposizione: Abrandini, Capoferri, Andreoli, Marazazi, Venturelli, Ruocco, Pesenti. Allenatore: Pavesi           
                                                                                                               
Arbitro: Sig. ARACE di Lugo
Ammoniti: Kasa (P), Pellegrini (B)           
                                                                                  
L’analisi di mister Pavesi al termine della partita:                                                                                   

Prestazione. “Gara che si potrebbe definire divisa a metà: una prestazione che ha mostrato un atteggiamento troppo cauto nella prima parte e decisamente coraggioso e propositivo nella seconda. Seconda frazione in cui si è tenuta sempre l’iniziativa, raccogliendo più occasioni. 

La squadra.  Sta lavorando sodo sia sotto il punto di vista tecnico - tattico che sotto l’aspetto fisico. Tuttavia il gruppo è particolarmente giovane e ancora c’è molta strada da percorrere nella costruzione di una cultura del lavoro. Ma la serietà dei ragazzi ci lascia capire che arriveranno poco alla volta a vivere l’attività in ogni momento come richiesto. Da un punto di vista tattico stiamo cercando di insegnare ai giocatori quei principi che sono alla base del gioco della prima squadra. Pertanto i concetti della difesa a 4 ad esempio e l’utilizzo del trequartista. Concetti totalmente nuovi perciò le novità su cui lavorare sono parecchie. 

L’avversario.  Il Parma si è rivelata una squadra di buon livello nell’organizzazione di gioco e con alcune individualità importanti, specie in mezzo al campo e sugli esterni offensivi. Ma e’ giusto dire che pur nella prima frazione dove noi siamo stati un po’ timidi non sono state costruite dall’avversario occasioni chiare, anzi, la più nitida la abbiamo costruita noi.

Errori. Purtroppo una cosa sulla quale dobbiamo crescere e’ la gestione degli episodi, che sono quegli elementi che in una partita determinano un risultato. 
Ieri abbiamo commesso due errori di tattica individuale che hanno permesso ai nostri avversari di raccogliere un risultato pieno che, per quanto espresso nel complesso, e’ assolutamente esagerato. Noi per primi dobbiamo essere consapevoli che l’errore e’ parte dell’apprendimento e pertanto accettarli. E in quest’ottica questa sconfitta, sono convinto, se siamo intelligenti come gruppo, si rivelerà un’ottima opportunità per capire e crescere. Giocare con costante coraggio e con animo propositivo deve diventare una costante della nostra squadra. Perché questo e’ l’atteggiamento che deve contraddistinguere la nostra squadra.

Prossimo impegno.  Sarà la prima partita casalinga contro il Bologna (ex Primavera 1). Ci interessa porre l’attenzione sui nostri ragazzi, sulle nostre interpretazioni individuali e collettive e quindi sulle proposte quotidiane di allenamento. Poi arriva il Sabato. Dove si gioca e ci si misura con un avversario che non è quello con cui ci si confronta in settimana! E questo deve rendere per i ragazzi la sfida sempre nuova, sempre più stimolante e sempre da “provare a vincere. Perciò, CORAGGIO SEMPRE”. 

News correlate